22 set 2017

Gesù Cristo, la sua parola deve essere diffusa, nonostante i falsi cristiani che la denigrano

In troppi lo hanno insultato: in molti sono convinti che lui imponeva costumi sessuali da sessuofobici, mentre i comportamenti in quel campo sono stati sempre inseriti nella logica dell’amore e della carità, verso se stessi e il prossimo.

Altri sono convinti che essere cristiani significa fare smorfie e usare toni da mosci, con voci stridule e false.

Ancora altra gente crede che la carità dei cristiani sia…. pelosa, altri che predicano e poi …razzolano male.

In realtà il messaggio evangelico, basta leggere i Vangeli, non è per ipocriti teatranti, non  lascia incertezze su come comportarsi nella vita, ovvero lavoro e  onestà.

Non ci sono dubbi neppure come gestire il denaro, da utilizzare solo per mantenersi e il lusso è sempre anti cristiano.

Il perdono poi non è mai vigliaccheria davanti al nemico, che aggredisce i più deboli: il cristianesimo non è neppure solidarietà alla “armiamoci e partite”, oppure “fate quel che dico e non quel che faccio”.

E’ un percorso spesso molto faticoso, ma che dà senso alle nostre vite smarrite in mille assurdità, teorie vuote  e irrazionalità, fatta passare per sensatezza.

Intelligenza Artificiale, con i futuri computer il mondo cambierà volto

Come sarà il mondo del futuro?

Il lavoro diventerà un bene raro, per i meno specializzati, che verranno esclusi in gran parte del benessere che monta sulla terra.

I tecnici, i super tecnici comanderanno, o dovrebbero comandare, se fossero più mentalmente aperti.

L’intelligenza artificiale è un’arma potentissima, chi la saprà utilizzare si assicurerà sviluppo economico, scientifico, culturale anche, oppure il dominio militare del pianeta: dipende da noi evitare il lato peggiore della situazione e puntare a quello migliore.

Internet e diritto a diffondere idee e critiche, senza la censura dei monopolisti

I veri censori sono loro, i grandi imperi della rete, che ti fregano sulla pubblicità, non pagandoti nulla, con trucchetti vergognosi, che ti vogliono pure censurare, se dici qualcosa che a loro non piace.

Sono loro coloro che impongono la linea politica ed etica della rete, prendendosi dei diritti incredibili, anzi, con un’immensa arroganza, da Grande fratello, da impero del male, nel vero senso della parola.

Loro sono l’esempio peggiore di ciò che gli scrittori di fantascienza immaginarono un tempo: possono indirizzare lo sviluppo culturale del pianeta, ma grazie a Dio sono ottusi e si possono facilmente…. Fregare.

Sindacati e sindacalismo fanfarone, burocratico e a servizio della casta e dei potentati economici

I lavoratori hanno dei grandi nemici, non parlo dei padroni, nemici storici di sempre.

Parlo dei sindacati, quelli attuali, senza ideali e passione, ma solo strumento politico, squallido e senza valori umani, senza dignità alcuna. Loro da troppi anni tirano la volata ai governi di centro sinistra, quelli che poi, al potere, impongono le leggi per i sacrifici necessari per tagliare i costi della spesa pubblica, sprecata quasi sempre da loro.

Sì, sono una schifezza storica, una vergogna che non difende i lavoratori, ma li inganna banalmente, con trucchetti da puttane del potere.

Sceicco saudita contro le donne: "….. non possono guidare perché hanno un quarto di cervello"

Lo sceicco ha le idee…chiare e ha una visione del peggior maschilismo, sulla terra, ovvero le donne come esseri inferiori: non contano i dati, ovvero che le donne siano più prudenti degli uomini nella guida e causano minori incidenti, lor si basano sulla dimensione del cervello.

Le donne sono più piccole e hanno un cervello più minuto, proporzionato al loro corpo:  l'intelligenza non si misura nella massa celebrale, ma nella qualità del cervello, che è ereditato sia dalle donne che dagli  uomini, ovvero i papà trasmettono a entrambi i figli la loro intelligenza e così le mamme con i figli di tutti i sessi.

Così se sua madre era cretina, così anche lui è un cretino, se sua madre era intelligente pure lui è intelligente: questa è una verità che nessun sceicco più negare.

Giustizia ridicola e di parte

I nostri tribunali lasciano perplessi, non solo per le scartoffie che soffocano i procedimenti, in tonnellate di carte, tutte ancora scritte a mano o dattiloscritte, in modo ridicolo, nell’era dell’Intelligenza Artificiale.

Le sentenze spesso hanno motivazioni che offendono l’intelligenza di chi le esprime, perché non sono oggettive, perché hanno dieci pesi e mille misure, da utilizzare caso per caso, dove il più debole, il più ingenuo, il non protetto paga per tutti, sempre.

 

Libertà a tutti i costi, costi quel che costi

Nessuno può impedire di esprimere i nostri pareri, guai a costoro, guai agli infami ipocriti che lo permettono.

I sistemi per impedire il libero passaggio e la libera diffusione delle idee sono molti: dalla censura contro l’odio alla Boldrini, o con i tribunali religiosi, nelle teocrazie, oppure con i tribunali italiani, con l’applicazione assurde di leggi assurde, contro le libere opinioni, come considerare l’offesa un fatto soggettivo e non oggettivo.

Infatti con questo sistema gli islamisti, i clericale-fascisti, i corrotti e i mafiosi impediscono le critiche contro i loro sporchi affari.

La censura sta sempre dietro l’angolo ed è pronta a colpirci tutti, perché il potere teme la verità come il diavolo l’acqua santa.

Immigrazione e Pil, verità e balle storiche

Sono loro che fanno crescere il Pil?

Sì, i….pirla crescono grazie a costoro.

Sono loro che fanno certi lavori, sì, i disoccupati preferiscono il suicidio.

Sono loro che riempiono le nostre vie, i nostri quartieri di vita?

Certamente, perché gli italini fuggono.

E’ interessante che tutto quesa retorica, che non considera neppure la realtà, ovvero il loro contributo economico è basso, quindi il reddito procapite, quello che conta in verità, diminuisce nella  media, è una questione matematica.

Quindi loro trasformano, per esempio, l’Itaia, sempre più in un Paese del Terzo mondo, ma non hanno colpe, tutto è dovuto a certi vecchi…esperi economici, fermi all’Ottocento, è questo il dramma dell’Occidente e dell’Europa.

Chiesa cattolica, come tutte le chiese, è spesso ipocrita nei vertici

La parola di Dio passa attraverso la gente semplice e non dalle prediche pompose di certi alti prelati, ipocriti e in affari, con i segreti inconfessabili nei cassetti, con i traffici loschi.

Sono costoro che mandano all’inferno gli altri, ma senza sapere che potrebbero finire loro: chi predica troppo dal pulpito poi cade nell’errore tipico di chi consiglia di fare ciò che dico e non ciò ….che faccio.

Sermoni dei pastori, dei poe, dei preti sono spesso vento soffiato da bocche menzoniere, quindi ascoltate e applicate ciò che il vostro cuore consiglia, mai cedere all’assolutismo, al faridìseismo, che impone cose pesantissime al prossimo e si prende meriti fasulli, da pataccari.

Papa Francesco non vuole i barboni…… indecorosi

Certi personaggi non si abbinano con il colonnato del Bernini, ne rovinano l'estetica, lo stile.

Poi la scusa sulla sicurezza pare ridicola, i terroristi certamente non si vestirebbero da senza fissa dimora, per passar egli eventuali controlli: non sono così scaltri, in genere sono solo molto rozzi, determinati e irruenti.

Questa scelta dimostra che  la carità e l'ospitalità la devono…subire solo i poveracci, mentre quella ipocrita, dall'alto con le relative prediche, con il dito medio alzato dal pulpito, la fanno i grassi prelati, incrostati di lusso e di abiti lussuosi.

Politica estera mondiale e la scelta di difendere i poteri corrotti e anacronistici

Il sistema è quello antico, dove tiranni feroci, ridicoli e spesso sanguinari con il loro popolo, le opposizioni interne, vengono lasciati agire, fare, senza remore.

Abbiamo le teocrazie che rompono l’anima e favoriscono i terroristi, i tiranni brutali, i guerriglieri, che si scontrano contro costoro, per imporre altre dittature feroci.

A pagare sono sempre le persone coraggiose e intelligenti, che non si arrendono davanti ai tiranni e alle loro demenziali pazzie, alle loro leggi buffe, risibili.

Corea del Nord e rischio conflitto nucleare, per la stupidità statunitense

Trump minaccia la Corea del Nord e il dittatore folle Kim per fini interni, ma la scelta peggiore che si può fare con tali personaggi è questa provocazione continua, che può solo portare a un vero conflitto nucleare.

La Corea del Nord oggi minaccia un esperimento nucleare nell’Oceano Pacifico, con i disastri ambientali che ne conseguono, le onde anomale e le radiazioni diffuse dalle correnti marine.

Fermare il pazzo e il suo piccolo impero tirannico è un dovere, ma come fare è difficile, per esempio si potrebbe colpirlo, assassinarlo, farlo assassinare.

E’ un atto estremo, ma efficace, con pochi danni collaterali, mentre tutto il resto appare solo un gioco pericoloso per tutti, con potenziale conseguente terribili per tutti.

Futuro politico dell’Italia a rischio democratico?

Il pericolo di finire sotto una dittatura è grande, ma non un sistema di vecchio stile, con il tiranno che si mostra dal balcone, sprezzane e …ridicolo.

Io parlo di quel sistema subdolo, che condanna tutti coloro che non la pensano come vuole il potere economico e sociale dominante.

Qualcosa di simile lo abbiamo già visto in passato, con le televisioni unificate che ci mostravano il presidente di turno raccontarci minchiate sul paese e i pericoli vari che …incombevano.

Abbiamo avuto la tortura e la diffamazione di massa verso gli oppositori, il tutto mascherato da anti terrorismo: quindi niente sorprese se ci ritroveremo lo scemo di turno in prima visione, sulla televisione di Stato, che ci racconterà che lui sta salvando l'Italia, mentre fa i suoi interessi e quelli dei suoi amichetti.

Disoccupati che si suicidano, la politica è colpevole

Loro muoiono, sono quelli che i figli dei politici, in televisione definiscono lazzaroni, lavativi, perché….non vogliono più svolgere dati lavori, lasciati…ai migranti.

Sono così sfaticati da preferire la morte al lavoro?

Essere senza lavoro significa non avere più dignità, essere trattati e sentirsi come scarti della società e tale disperazione può portare a decisioni insane, al suicidio.

Eppure per loro si potrebbe fare molto, corsi per reinserirli nel mondo del lavoro, anche aiutarli contro al depressione, anche con cure.

Non costerebbe molto, anzi renderebbe in nuovi lavoratori che dano reddito, ma i politici parlano e rompono , ma pensano ai loro sporchi affari e basta.

Vaticano, niente clochard per motivi di decoro

La scelta sconvolge, anche il silenzio ipocrita del papa appare come uno schiaffo dato a tutti: nelle periferie molti hanno paura ad uscire non solo dopo le 21, ma anche in pieno giorno.

Le donne sono molestate, di tutte le età, comprese le ultra ottantenni, talvolta pure violentate.

Le aggressioni non mancano anche per gli uomini forti e solitari, per rapina, ma per costoro il….decoro non conta: devono subire tutto questo, perché così vogliono Boldrini, i sindacalisti, i compagni di merende della sinistra storica, con il papa, che minaccia l’inferno a chi si ribella al sacro principio…..dell’ospitalità.

Invece due poveri barboni si mettono sotto il porticato del Vaticano e sono allontanati dalla guardia svizzera…perché sono…indecorosi.

Ma andate tutti all’inferno, buffoni!

21 set 2017

Immigrazione, Minniti li fermerà sul bagnasciuga?

Ancora una volta il nostro governo mostra i muscoli, spaventato dalle elezioni prossime e venture ed ecco a voi Minniti che rallenta l’invasione, con iniziative in Libia, ovvero sostiene che loro non pagano le milizie che bloccano i migranti, ma non si capisce perché costoro lo dovrebbero fare…gratis.

Li fermeremo sul bagnasciuga, diceva il Duce: parlava deglia alleati, che sarebbero sbarcati poi in Sicilia e nessuno fermò, naturalmente.

Si dice che la loro avanzata non fu arrestata perché gli italiani non sapevano cosa fosse il bagnasciuga, ovvero non sapessero che si chiamava e si chiama così quel tratto di spiaggia, continuamente bagnato dalle onde, che poi si ritirano.

Anche questa volta finirà in questo modo?

Nessuno fermerà il popolo africano che ha deciso di vivere, dentro in centri d’accoglienza, da noi?

Gentiloni all’Onu dice “Il futuro dell’Europa è in Africa”.

Cosa intende dire?

Che dobbiamo tornare in Africa a fare i colonizzatori oppure che gli africani ci colonizzeranno?

La risposta pare molto ambigua e il personaggio non mi convince, perché non mi sembre…..un genio, ma solo uno che svolge un ruolo preciso, imposta da altri.

I famigerati poteri forti ci vogliono in Africa e gli africani da noi?

Temo qualcosa di simile e dietro la retorica del Conte Paolo Gentiloni non rimane che ricordare la frase di Benito Mussolini, detto il Duce: "Allungheremo lo stivale sino all'Africa Orientale."

Si vede che anche il nostro Presidente del Consiglio attuale vuole un posto al sole.

 

Bce ne spara ancora: "Su ripresa ampio contributo a forza lavoro dall'immigrazione"

E’ ridicola questa affermazione?

Certamente, perché gli immigrati svolgono lavori di basso livello e marginali, quindi questo ampio contributo ricorda troppo certe affermazioni ridondanti e retoriche di vecchio tipo, da burosauri irriducibili.

Il “contributo collaborativo da parte dei efficienti collaboratori” era di un tempo che fu e qualche super burocrate, dalla calvizie sempre ben lucida, ricordano con medagliette, come quelle dei cani fedeli, da dare a fine carriera per il povero trave sempre un po’ bastonato.

Ecco a voi che tale frase, che di fatto non significa nulla, ma è una lusinga vuota, come le teste dei nostri burocrati,  viene usata per giustificare all’opinione pubblica, la più stupida e  credulona, la presenza massiccia di extracomunitari, anzi, il loro continuo arrivo, che tanto piace alla grande finanza, quella vicino appunto alla Banca Centrale Europea.

Stampa libera o puttane di regime?

Lo so che la domanda è irriverente, ma io credo che sia lecito proporla.

Costoro conoscono la dignità?

Certamente, nelle redazioni si scrive sempre ciò che si pensa.

Non lo sapevate?

Per caso non sono a servizio di interessi di parte e storpiano i fatti per fini loro?

Giammai, queste cose non le fanno.

Sì, loro sono persone tutte di un pezzo.

Di che sostanza è fatta questo pezzo?

Non si sa…bene.

Lascio a voi la risposta

Politica italiana e la mia lotta contro mafiosi, fascisti e corrotti, da più di 40 anni

Non c’è peggior ….delinquente di colui che li…combatte, che dicono ciò che vedono.

Costoro meritano una brutta fine, infatti i loro predecessori bevvero la cicuta o furono messi in Croce.

Io ho patito persecuzioni, perché dissi, 40 anni fa, che i terroristi delle stragi di Stato erano legati alle istituzioni e i complici fossero molti.

Dissi poi che la mafia è quasi una propaggine di certi poteri politici ed economici: un tempo erano democristiani, oggi restano sempre….democratici.

La carriera non la feci più, ma dovetti accettare molti lavori  pessimi, malsani, perché denunciai lo schifo dei traffici delle sostanze tossiche delle industrie: ero proprio….cattivo e irriducibile.

Imparai a non espormi troppo e con Internet tornai a rompere l’animaccia ai soliti figli di ….mamma …loro: certamente non si sono ancora accorti di me, perché mi farebbero fuori, se potessero, ma preferiscono lasciarmi fare, certi che sia una pulce, una goccia nel mare della rete.

E’ meglio così, …per me.

La croce è un simbolo di martirio nobile, ma la vocazione al martire non l’ho, o meglio, non voglio finire con la cicuta pure io, come Socrate.

Lotta dura contro la ius soli e i ladri di risparmi

Abbiamo soldi dei risparmiatori rubati, in banca e nelle cooperative, voti di scambio, per la sanità pubblica, ecco a voi le ultime sulla sinistra italiana.

Il marcio esce perché si fanno le scarpe gli uni con gli altri, tra le correnti del PD, oppure tra partiti: non devono inventare nulla, perché di porcherie negli armadi, nei cassetti ne hanno molte.

Ora si vogliano salvare con la ius soli, ovvero comprare i voti degli extracomunitari, trasformati prontamente in nuovi cittadini…fedeli a chi li ha resi tali.

Hanno fretta, perché le elezioni sono a primavera prossima e molti non riusciranno a completare le pratiche per diventare italiani che parlano arabo, rischiando, più il tempo passa, di essere un’operazione inutile, per le prossime elezioni e forse sarà contro producente, se arriva troppo tardi.

La lotta contro la ius soli è una questione di vita o di morte: infatti se passasse questa legge e riuscissero nei loro intenti il governo attuale resisterebbe altri 5 anni, con attentati e rabbia popolare in crescita, con le pretese islamiste sempre più arroganti.

La risposta potrebbe essere dura, da parte di forze interne al Paese, ovvero tra le forze dell’ordine e dell’esercito.

Potremmo finire in una situazione dittatoriale, in uno Stato controllato da golpisti, che salirebbero al potere  acclamati come eroi dagli italiani, quelli…veri.

Il rischio è altissimo, anche perché questi amanti della poltrona, con tutti gli affari che ci sono sotto i loro grossi sederi, sono pronti a tutto, anche a vendere i figli e i nipoti, le mogli e le mamme, oltre che noi tutti, cittadini italiani…con la colpa di essere di antica origine italica.

Internet e la censura delle multinazionali della rete

Loro promisero la libertà a tutti, sul pianeta, ma la sensazione, anzi, la certezza che tutto questo sia una farsa ipocrita lo si nota nella censura reale degli algoritmi: certe cose sono ai primi posti e altri agli ultimi…misteriosamente.

Il fatto che ai primi posti ci sono i loro valori….. se così si possono chiamare, con i diritti ….del cazzo, in molti sensi e doppi sensi.

Loro pongono in alto sempre i siti di chi fa comodo a loro, mostrandoli come i più popolari: gli altri devono agire in modo scaltro, qualcosa che loro non conoscono, con la rigidità delle loro menti da…super tecnici.

Quindi i più elastici mentalmente e intelligenti se la cavano, fregandoli sempre….grazie a Dio, anche questa affermazione è espressa in molti sensi, religiosi ed umani.

Se non fosse così saremmo tanti idioti che vivono il mondo fasullo, come in certi film di fantascienza, dove tutto è sotto controllo, con una sola visione uniforme e  rigida della vita, senza critiche e senza osservazioni in opposizione.

Sì, saremmo nel mondo ideale di Laura Boldrini.

Papa Francesco non è il vero papa, ma solo un usurpatore?

A molti non piace, perché fa della politica diretta, lui che non mosse un dito per difendere i suoi confratelli arrestati dai dittatori argentini, lui che lasciò agire i dittatori argentini, quando massacrarono 30, o 40 mila persone.

Oggi invece entra in modo pesante nella vita pubblica italiana, mentre gli ultimi interventi furono quelli delle elezioni del 1948, contro il fronte popolare, filo comunista o per Benito Mussolini, negli anni Venti, definito l’uomo della provvidenza.

Bergoglio invece se ne frega del fatto che un papa non dovrebbe assolutamente intervenire nella vita pubblica, con indicazioni aperte a leggi: nessun papa era sceso cosi in basso.

Io ricordo gli interventi storici dei suoi predecessori: dall’unto del Signore per re e imperatori, dall’obbligo di obbedire a tiranni, dal rapporto malsano e ambiguo con dittature feroci, come quella franchista in Spagna, per esempio, con il suo milione di morti in gran parte per le fucilazioni indiscriminate sugli oppositori.

La condanna dei valori democratici, da parte della chiesa di allora, durante la rivoluzione francese, che furono definiti …empi, dimostra che gli interventi papali in politica, poi riviste nel tempo, sono pericolosi e finiscono per ricadere sulla chiesa stessa.

Per questo motivo la tesi del papa usurpatore prende sempre più piede: infatti non difende la famiglia naturale, ma solo gli intrallazzi mondiali, che stanno dietro all’immigrazione, per esempio.

 

 

Sinistra demenziale e pericolosa

Loro sono allo sbando culturale, sono passati da Marx, Lenin, Stalin, attraverso il compromesso storico, sino a…. Laura Boldrini: io personalmente preferirei tornare indietro…nei valori, ma oggi abbiamo la direttrice delle educande che impone i suoi …punti di vista e guai a contestarli.

Lei odia l’odio, non si capisce cosa intenda, ma probabilmente odia le critiche alla sua linea politica, che è vuota e confusa, senza ideali di giustizia e di verità.

Censurare l’odio è un atto cretino e la sinistra non sa più in che era vive: i sentimenti, lo sanno bene gli psicanalitici, quando vengono soffocati esplodono in modo pericoloso.

Oggi abbiamo una sinistra tutta valori piccolo borghesi, confusi e ridicoli.

Si potrebbe dire che starebbero bene in qualche pubblicità delle merendine, ma è pericoloso, perché qualche asteroide …potrebbe cadere su di loro, come insegna la pubblicità del Bondì Motta.

Libertà di fede e di coscienza in tutto il mondo

Nessuno ha diritto ad imporre  una sola idea con la forza e la legge, nessuno può imporre il suo schema culturale e religioso.

Le teocrazie devono essere combattute e con loro i loro complici, che le utilizzano per ottenere guadagni, infatti la libertà di coscienza è sacra e deve essere….imposta a tutti i governi del mondo: questa è la più potente arma anti terrorismo del mondo.

20 set 2017

Comunismo e anti comunismo del giorno dopo

Il nemico è sempre quello?

Lo fu pure per la Madonna di Fatima, ovvero qualcuno mise in bocca a dei poveri pastorelli che dalla Russia sarebbe partito un grande pericolo per le anime di questo mondo.

Perché non dalla Germania nazista o dal colonialismo feroce e criminale, che allora dominava tutto il pianeta?

E’ un segreto e un mistero …..quasi della fede delle beghine,…poverine.

Il comunismo ovvero la condizione di giustizia sociale ideale non si è comportato bene nella storia umana, ma fu un vero peccato….storico: oggi abbiamo il liberismo feroce, che sta spalancando la tomba a milioni, anzi a miliardi di individui….fuori dal mercato trionfante.

La madonna cosa dice ora, i neocapitalisti andranno tutti in paradiso?

Mistero!

Bergamo, violenza su una operatrice da un richiedente asilo

Ancora un caso di violenza sociale, in un Paese della bassa bergamasca, a Fontanella, in una cascina.

L’affare del secolo, per le cooperative e per la caritas si sta trasformando in tragedia per troppi nostri connazionali.

Lei è stata raggiunta da un richiedente asilo in bagno ed è stata violenta, fuggito è stato poi catturato dai carabinieri.

Non temete per lui, la ius soli lo trasformerà in un nostro concittadino.

Le coop rosse sono fuggite con i soldi della cassa?

Mancano 9 miliardi di risparmio sociale delle coop?

Non è chiaro e loro si difendono con il fatto che non sono soldi raccolti, come se fossero una banca, ma solo investimenti dei cittadini, che si fidavano di loro.

Il problema sta appunto negli investimenti finanziari di costoro, ovvero che fine hanno fatto i risparmi dei cittadini, che erano fiduciosi, temo lo sia ancora, delle cooperative…perché erano tutti dello stesso partito, prima il PC, poi il Ds e oggi  il PD.

Mi dispiace per loro, ma la fiducia è una cosa seria, che si dà alle persone….giuste, serie ed oneste.

Spaccio in una comunità di richiedenti asilo ad Agrigento

Loro dovevano fare qualcosa e si erano messi in affari, spacciando un po’ di…roba, sembra Cannabis, ma non importa cosa era: il fine giustifica i mezzi e lo spaccio rende sempre, si fanno i soldi presto.

Così eccoli in azione, molti sono qua per quello, partiti per questo viaggio avventuroso ….per lavorare in Italia e mentre attendono in diritto di asilo, poi presto avranno la cittadinaza con la ius soli, si dilettano in qualche commercio.

L’ospitalità è proprio una bella cosa, specialmente quando ….i graditi ospiti sono riconoscenti e servono a qualcuno.

Alle cosche mafiose voi dite?

No, non dite questo!

Laura Boldrini, papa Francesco, Romano Prodi si arrabbiano.

Papa Francesco è come Bonifacio VII e Papa Ratzinger è come Celestino V?

Benedetto XVI era un intellettuale, chiuso nella sua biblioteca, che è finito a fare il pontefice, dentro gli intrighi del Vaticano, tra cricche e lobby, con traffici illegali.

Il povero cristiano nei meandri del potere si trova spesso confuso, avendo una coscienza pulita, anche se culturalmente preparato e intelligente.

Gli ipocriti, con molte facce, invece si salvano sempre e sanno muoversi nel mondo, perché sono del mondo.

Ecco perché papa Bergoglio invece si trova bene in queste realtà…spesso malefiche, oso dire sataniche: soprattutto è un uomo di mondo, infatti i mass-media lo lodano sempre.

Il perché sta nella sua abilità di assecondare sempre gli interessi forti del momento, come appunto fu Bonifacio VIII, il papa odiato da Dante per i suoi fini di potere imperiali, utilizzando la sua posizione da sommo pontefice.

Novità per il volo libero in mostra a Campitello di Fassa (Trento)


La quarta edizione della Fassa Sky Expo, evento legato al volo libero, si aprirà a Campitello di Fassa (Trento) il 29 settembre per chiudersi il 1 ottobre.
Tre giorni nello splendido scenario delle Dolomiti dove gli appassionati di volo in parapendio e deltaplano presso gli stand della fiera, troveranno gli ultimi prodotti dei migliori marchi disponibili sul mercato. Potranno anche testare ali, imbragature e quant'altro in prima persona, decollando dal rifugio Des Alpes sul Col Rodella (2360 metri) che sovrasta la zona dell'esposizione ed al quale di accede per funivia al ritmo di 120 passeggeri per corsa. Anche l'atterraggio è nei pressi della fiera, un punto di forza, insieme all'accessibilità del decollo, che gli organizzatori dell'associazione Icarus Flying Team Val di Fassa hanno saputo sfruttare al meglio.
Il successo incoraggiante delle scorse edizioni fa ben sperare. Allora il numero dei visitatori fu tale da da mettere a seria prova la ricettività della zona ed al collasso il pur grande parcheggio tra fiera e funivia, tanto che si è deciso di potenziarlo. I presupposti ci sono tutti anche per l'edizione 2017. Piloti di deltaplano e parapendio saranno i primi interessati alle novità di un mercato che non conosce sosta nel proporne, sempre più innovative, sempre più tecnologiche. Poi molti curiosi, magari in vista di avvicinarsi al volo libero, un'avventura affascinante che porta i piloti a vagabondare per il cielo senza aiuto di motori.
La tre giorni a Campitello propone un ricco programma anche con momenti di relax, feste ed eventi che renderanno l'appuntamento un'esperienza indimenticabile per praticanti e no. Tra le novità di quest'anno i primi potranno partecipare sabato 30 settembre alla gara di hike and fly, cioè di volo ed escursionismo, alla quale gli organizzatori hanno appioppato il nome di "Cor e Sgòla" che in lingua locale rende perfettamente l'idea. Lo start avverrà alle ore 10 dalla zona dell'atterraggio chiamata Streda de Pent de Sera, 

Ius soli, no, assolutamente no, è meglio il fascismo

Io ho combattuto il fascismo da sempre, in tutte le sue forme politiche, sia di destra, che di…. sinistra, sia quando era democristiano, che era clientelare filo mafioso.

Sono passato dall’antifascismo militante, allo scontro con il Partito Comunista Italiano, nemico di tutte le critiche, pagando sempre di persona, ma non mi sono mai pentito.

Invece oggi vedo un altro fascismo all’orizzonte, quello islamista e riguarderà i nostri figli, i nostri nipoti, poi vedo i soliti intrallazzoni, ladri di Stato, di risparmi dei lavoratori, che vogliono imporre una fine tragica e devastante a questa misera, confusa Italia.

A questo punto non rimane che lasciare che tornino loro, io non muoverò un dito, non farò festa, ma mi arrendo al nero che ritorna di moda: non con gioia, ma rassegnato al meno peggio.

E’ una sconfitta storica terribile, è la fine dei miei ideali di libertà, ma dal fascismo si potrà uscire ancora, dall’islamismo no: solo morti si esce dal medioevo islamista.

Immigrazione, miseria, insicurezza e lutto, pagherete caro, pagherete tutto

Loro ci stanno regalando, per difendere i loro affari del riciclaggio, l’orrore nelle nostre periferie, nelle stazioni ferroviari.

Le donne hanno terrore, ma non solo loro, gli anzini non osano mettere piede fuori casa dopo il tramonto, ma spesso non basta a dare a loro sicurezza.

Loro invece ingrassano nei loro traffici e pagano questa lurida casta di personaggi sporchi, senza morale, senza coscienza, amanti della loro posizione, anche se appena superiore alla miseria, sino alla dirigenza…pubblica, anche nelle municipalizzate, nel parastato, non solo nello Stato.

Loro hanno il culo al caldo, comodo e ben protetto, così sono tolleranti, …compassionevoli con i delinquenti: parlano di atti di civiltà e dalla loro hanno branchi non di bovi, ma di pennivendoli, che parlano come gli imbroglioni che vendono pentolame, con i manici che ti restano in mano alla prima cottura e la pentola bollente ti cade sui piedi.

Però a pagare sono spesso nonnine che vanno a fare la spesa, o quei poveretti che vivono nelle case popolari, prima di essere scacciati per altri che hanno…diritto…anche se  appena sbarcati.

Lo schifo immane è tanto e non mi basta sperare nella giustizia divina per costoro, vorrei anche un po’ di giustizia umana, penale e civile.

Intanto costoro vogliono tenere il potere per non subire appunto questa giustizia, i soldi sottratti ai risparmiatori nelle cooperative rosse e nelle banche.

No alla Ius soli, è un atto di civiltà e di intelligenza

Dire no a questa pessima e ingiusta legge è veramente un atto di civiltà, ovvero in difesa della nostra civiltà: è una faccenda di cultura e non di razzismo, ovvero impedire che l’Italia diventi un caravan serraglio e venga distrutto tutto ciò che i nostri avi ci hanno lasciato, dalle opere d’arte, alla nostra cultura.

La lotta è fondamentale perché è in corso un cambiamento nella logica di potere: la casta al potere teme questo cambiamento e vuole imporci una loro .... ormai disperata rimanenza al potere, comprando i voti dei nuovi…cittadini, che nulla sanno della nostra realtà, se non per un’istruzione scolastica pubblica di bassissimo livello, superficiale e memonica.

Italia è un paese laico e non uno Stato del Vaticano

Le teocrazie io le odio, tutte e in tutte le forme esse si presentano: la religione è importante, ma come libera scelta individuale, ci deve insegnare a comportarci meglio, ma nessun prete, sempre ignorante e losco, ci deve imporre cosa fare, con minacce divine, con immaginarie, quanto improbabili punizioni di Dio.

Questa rozza ingerenza nella vita civile da parte di costoro offende l’intelligenza della gente: grazie a Dio di beghine ignoranti ce ne sono sempre di meno.

Il papa Francesco invece non ha perso il vizio medioevale di voler imporre sue idee personali a tutti gli italiani: non siamo un territorio appartenente allo Stato del vaticano, ma forse lui non lo sa.

La ius soli la vogliono imporre come un dogma religioso, pur essendo una legge civile, di uno stato laico: è giusto denunciare questa schifosa ingerenza nella vita del popolo italiano e avendo appunto un grande odio verso le teocrazie, la risposta deve essere di rivalsa contro questa chiesa con sequestri di beni e condanne di preti, per favoreggiamento al reato di immigrazione clandestina.

Sinistra alla frutta, ci vogliono rovinare a tutti i costi

Loro hanno le rogne nelle cooperative rosse, con i miliardi rubati si poveri risparmiatori fiduciosi….poverini.

Così, con i voti che fuggono, si vogliono salvare la poltrona e probabilmente i loro guai giudiziari pesantissimi, come il fallimento delle banche e ora il futuro crack delle cooperative rosse.

Tenendo il potere costoro evitano un destino legittimo, io spero il carcere, il sequestro dei beni e per questo motivo vogliono salvarsi con il controllo della televisione pubblica, il finanziamento pubblico alla stampa e ora con la ius soli, per comprare voti degli extracomunitari diventati cittadini italiani.

Liberarsi di costoro è un dovere morale e una magistratura onesta e oggettiva ci potrebbe portare certi loschi personaggi dietro le sbarre, per molti anni almeno.

Questo dipende da noi e nulla più.

Ius soli e il papa che ci frega il futuro, ditelo ai preti

Ius soli e il papa che ci frega il futuro, ditelo ai preti Un tempo si diceva che il papa è…infallibile, ma solo nelle verità di fede, mentre se parla di altro può sbagliare, come gli altri esseri umani, ma questo papa è di ceppo medioevale ed è fermo alla lotta per le investiture, al potere temporale.

Interviene in gamba tesa nella politica italiana, con la famigerata ius soli.

La vuole a tutti i costi, per motivi economici e sociopolitici suoi, non certamente per motivazioni religiose.

Questa sua invasione di campo nella politica disgusta e ci ricorda papa Bonifaccio VIII o altri personaggi che fecero molto male alla Chiesa Cattolica e alla vita cristiana, oltre che agli italiani.

La sua….fissazione crea rabbia tra la gente e i fedeli, perché ha nulla a che vedere con il messaggio di Cristo…anzi, è pure contrario: tutti dobbiamo difendere la nostra gente, i nostri figli e nipoti, è un dovere cristiano.

Dio ci ha mandato questo papa per punirci?

Potrebbe essere così.

L’unica speranza sta in un no alla politica papale e della sinistra corrotta, della casta, uniti contro di noi e i nostri figli.

Che il diavolo se li porti tutti e se li porterà sicuramente all’inferno.

Ius soli? O loro o noi

La risposta può sembrare esagerata, perentoria, ma è reale: loro hanno un modo di vivere diversissimo dal nostro, la loro cultura è lontanissima dalla nostra, per questo motivo hanno tanti figli, ovvero sono disposti a vivere molto, molto poveramente e per loro i figli li guida la volontà fatalista divina.

La razionalità e la programmazione non esiste da loro, vivono quasi sempre, se non sempre alla giornata: per questo motivo sono i lavoratori ideali di certi padroni, detti negrieri, che li sfruttano in modo disgustoso.

Per questo motivo, se prendono piede da noi, ci troveremmo senza spazi vitali, con violenza nelle strade, con disordini sociali e con prepotenze senza remore.

A quel punto a chiedere asilo, magari su marte, saremo noi italiani, anzi i nostri figli e nipoti.

Razzismo, cretinismo, ipocrisie e teoremi giudiziari ridicoli

Il razzismo è un atteggiamento preciso, discriminatorio, che non valuta il valore delle singole persone, ma particolari aspetti fisici, da cui far pesare pregiudizi assolutisti: il colore della pelle, ma anche l’altezza, il cranio, i capelli, il colore degli occhi.

Quindi non è come uno si comporta o cosa fa che conta, ma il pregiudizio prevale su tutto.

Invece appartenere a certe culture porta ad azioni e reazioni precise, discriminatorie verso gli altri, ma confondere le critiche a tutto questo come….razzismo, come fanno certi giudici, appare veramente pretestuoso, irrazionale e discriminatorio, soprattutto anti democratico.

Papa Francesco e il buonismo papale, la peggior visione ipocrita del cristianesimo

Le sdolcinature non sono presenti nei Vangeli, ma papa Francesco ne fa un grande uso, poi invita a non ascoltare chi …propaga l’odio, come Laura Boldrini, ma si scorda che la reazione alla violenza, alla criminalità, alla paura è appunto l’odio, che diventa una legittima difesa di gruppo, contro stupratori, violenti e spacciatori, ladri di lavoro e di case popolari.

Diciamo che lui serve certi interessi e fa tutto questo con tante moine, smorfie e sorrisetti, ma anche battute infelici, idiozie e viscidume da bravo gesuita.

Tutto questo cosa a che fare con il Vangelo?

Nulla, assolutamente nulla, ma secondo la visione attuale del messaggio cristiano…questa è tolleranza, da non confondersi con una casa di tolleranza, quindi è da buoni essere ospitali con puttane e puttanieri, ladri, parassiti e spacciatori, terroristi, tanto non paga lui.

Il diavolo se lo porti!

Scusate che il Signore lo benedica…..

Cristianesimo tradito dai professionisti della religione

Il messaggio di Cristo ha una componente forte, di denuncia dell’ipocrisia, che nessuna predicazione di prete, pope o pastore che sia, è mai riuscito a nascondere.

Infatti gli operatori di iniquità, il Vangelo insegna, si possono benissimo vestire di atteggiamenti sdolcinati, di modi apparenti cristiani, ma le loro opere sono inique e si riconoscono dal frutto del loro lavoro.

Io voglio essere duro, ma chi condannò al rogo dei poveracci, chi dette una mano ai carnefici, che uccisero dei poveri contadini che volevano solo giustizia, bestemmiando con la solita frasetta staccata dal contesto evangelico, che viene spesso ripetuta, “L’autorità viene da Dio!”. Tradì il messaggio evangelico.

Tutti costoro, questi operatori di iniquità, che cercano i beni materiali e non  lottano per la verità, spesso hanno discreditato proprio i Vangeli, ma costoro non avevano nulla a che vedere con il messaggio di Gesù Cristo.

Terza Guerra Mondiale? Quasi.

Il rischio di un conflitto atomico in Corea appare sempre più consistente, ma poi le posizioni nel Medio Oriente sono sempre più…classiche, con l’Iran e gli sciiti schierati con la Russia e l’Arabia Saudita con gli Stati Uniti.

La Cina e la Russia sono in buoni rapporti, mentre la Turchia si pone in posizioni ambigue, tradendo la storica alleanza atlantica.

Cosa si rischia si sa, ma perché è in corso tale conflitto, o posizionamento militare, con la guerra all’Isis, ambigua e mal combattuta, quasi contro voglia, dall’Occidente, non è del tutto chiaro.

Quindi la lotta al terrorismo appare una scusa, per altri scontri economici e geopolitici: invece i terroristi agiscono dentro queste ottiche, ovvero sono armi improprie contro i nemici, che talvolta sono ufficialmente alleati.

Oppure il terrorismo, talvolta, potrebbe essere chiamato fuoco amico, perché costoro sono bestie disumane che i nostri servizi segreti cercano di …addomesticare e utilizzare per i loro fini, come fu per il terrorismo anarchico o nazionalista all’inizio del Novecento.

Partito Democratico in campagna elettorale per salvare poltrone e affari

Mentre le coop rosse restano nel caos o per i 9 miliardi dei risparmiatori, che non si sa bene dove sono finiti…diciamo così, ma forse si sa troppo bene quale fine abbiano fatto.

Comunque ecco le promesse, guarda caso, dal presidente delle cooperative rosse, oggi ministro del Lavoro, Poletti.

Promesse, per tutti, da realizzare…..sempre dopo le elezioni: lavoro e pensioni, soldi da spendere a miliardi per assumere nelle Pubbliche Amministrazioni, il sogno dell’Italiano medio per eccellenza.

Dove sono questi soldi, con il debito pubblico in salita sempre?

Dopo le elezioni ci sono sempre i sacrifici, ma intanto votateli…perché vi promettono tutto…o cari fessi.

Crimine organizzato in affari e quindi intoccabile

Perché le nostre strade sono zeppe di loschi individui, che in certi luoghi, commettono crimini senza che nessuno intervenga?

Non è colpa del singolo poliziotto, neppure dei vertici della polizia, ma della politica governativa, che segue ordini ben precisi da parte delle forze che contano e che impongono la loro legge, quella del profitto a tutti i costi, pulito o sporco che sia.

Così ecco a voi la logica dei diritti umani dei carcerati, professionisti di tutto questo sono i radicali.

Ogni tanto pure il papa ci prova per i condoni, ma modi per svuotare le carceri, per rimettere in servizio i criminali, io li definisco…operatori del crimine, che poi devono far riciclare i loro proventi.

Ecco perché lo spaccio e la vendita di refurtiva è libera in certe zone, come la prostituzione, con protettori in bella vista, tutto multi etnico.

Abbiamo bisogno di migranti e sono una risorsa, ci ripetono sempre e per qualcuno sono tutti una risorsa: immaginate le banche che lavano i denari luridi, sporchi di sangue e dolore, chi compra e vende immobili, sempre pulito, perché…..non può sapere quale sia l’origine di tale denaro.

Tutto regolare quindi, sempre secondo certe logiche economiche e nessuno osi contestare tutto questo: è un nemico del libero mercato, un ….comunista.

Posti pubblici in arrivo per i giovani? Balle!

Prima delle elezioni arrivano le promesse, che cadono sempre a pioggia e servono per i fessi, che le bevono tutte, mentre i raccomandati, ben ammanicati con il potere del momento, tutto appare solito e per loro il posto c’è sempre, con o senza promessa ufficiale.

Ci sono 150 mila posti, per vincitori di concorso o ritenuti idonei, che scadranno alla fine dell’anno, ma il mezzo milione di posti, per sostituire un immaginario altro mezzo milione di pensionandi prossimi, ci saranno, guarda il caso, dopo le elezioni.

Chi stabilisce quanti verranno assunti non è il governo attuale, ma quello futuro, che non sarà certamente con Il Pd, ma soprattutto sarà l’Unione Europea, che ci fa il pelo e contro pelo sui nostri conti pubblici.

Quindi la promessa è vaga, ma soprattuto puzza di ricatto: se ci votate avrete il posto.

Sì, in bagno.